20 Nov 2014

Scandenze cadenzate per agevolare il pagamento delle tasse: è la scelta amministrativa del Comune di San Giovanni Teatino che il consigliere Rosario Cicellini rivendica. "A differenza di quanto accaduto in altri Comuni" chiarisce il consigliere "siamo riusciti a diluire le scadenze della Tari, che i cittadini pagano in tre rate, maggio, settembre e il saldo a novembre". In altre realtà, ad esempio Pescara, la concomitanza delle scadenze tra Tari e Irpef ha portato al cumulo degli importi, con i disagi in questi giorni al centro delle cronache. "Fb Tributi ha inviato una lettera ai cittadini per spiegare come pagare" aggiunge Cicellini "dato che per ragioni di sicurezza non è più possibile pagare alla Fb Tributi: ci si può rivolgere però in banca o in uno sportello postale ed effettuare il servizio gratuitamente, senza costi per il versamento". Inoltre Fb Tributi considera "effettuati per tempo" (quindi senza l'aggiunta di more o interessi) anche i versamenti eseguiti entro e non oltre il 9 dicembre 2014, anche se la scadenza di pagamento del saldo Tari è al 30 novembre 2014.

Read 7185 times Last modified on Giovedì, 20 Novembre 2014 15:20
Rate this item
(1 Vote)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.