29 Mag 2017

Primo abbattimento selettivo di un cinghiale

Sarebbe l'esemplare che aveva minacciato la famiglia De Melis e ferito il cane. Di Clemente: "ci saranno altri abbattimenti selettivi del cacciatore autorizzato alla Polizia Provinciale"

 

Primo abbattimento di cinghiale a San Giovanni Teatino. Lo scorso giovedì 25 maggio Giampiero  Spada, cacciatore autorizzato dalla Polizia Provinciale di Chieti, ha ucciso un esemplare di circa 110 chili. Con ogni probabilità di tratta del cinghiale che da giorni devastava i campi di Franco De Melis che in più di un'occasione se lo è ritrovato in giardino costringendo la famiglia a fuggire in casa e che ha ferito gravemente il suo cane da una zampa.

"L'abbattimento - spiega Spada - è stato possibile dopo lunghi appostamenti e grazie alla preziosa collaborazione della famiglia De Melis".

L'intervento del cacciatore autorizzato è stato possibile grazie alle sollecitazioni del Vicesindaco Giorgio Di Clemente che, dallo scorso 11 maggio, ha chiesto e ottenuto l'interessamento del Comandante della Polizia Provinciale Antonio Miri che ha delegato l'ispettore Fabrizio Di Campli ad una serie di sopralluoghi.

"Purtroppo l'intrusione nella proprietà delle famiglia De Melis - commenta Di Clemente - non è un episodio isolato. Abbiamo ricevuto segnalazioni di diversi avvistamenti, anche a Dragonara, non distante dal casello autostradale. Da quanto è emerso dai sopralluoghi, la zona con maggiore presenta di cinghiali è quella collinare, Via Monte Rosa, via Valle Lunga, dove ci sono tante piante di ciliege. Nei prossimi giorni, probabilmente, ci saranno altri abbattimenti selettivi"

Di Clemente ribadisce il suo appello ai cittadini: "Invito i cittadini a segnalare, ma assolutamente a non prendere iniziative. Sparare in aria o ai cinghiali potrebbe essere molto pericoloso e tra l'altro illegale".

Read 298 times
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.