30 Mag 2017

NEET. San Giovanni Teatino condivide il Progetto ECMYNN (video)

"Once NEET, always NEET? Making sense of NEETs policies and strategies". La mattina di Martedì 30 maggio, a partire dalle 9.30, nella Sala consiliare del Municipio di San Giovanni Teatino, l'evento finalizzato ad illustrare e approfondire strategie e modelli operativi, e a diffonderne i risultati ad un vasto pubblico di addetti ai lavori, del progetto Erasmus + "ECMYNN".

 

Il Comune di San Giovanni Teatino è lead-partner del progetto Erasmus+ “Enhancing Competences to  Meet Young's NEETs Needs” (E.C.M.Y.N.N.)" che ha ideato e testato soluzioni, servizi, interventi  innovativi che incontrano i bisogni differenziati dei giovani NEET "Not in Education Eployment or Training" ovvero giovani non impegnati nella studio, nè nel lavoro, nè nella formazione.

DICHIARAZIONE DEL SINDACO LUCIANO MARINUCCI:

"La giornata di oggi é una celebrazione e uno stimolo. Festeggiamo, infatti, con grande soddisfazione, lo sviluppo continuo e i primi risultati  del progetto Erasmus + “Enhancing Competences to  Meet Young's NEETs Needs” (E.C.M.Y.N.N.)

Questo progetto, partito ormai due anni fa, é un prodotto del know how del nostro Comune, che ne é capofila, esportato all'estero: in anni in cui vediamo venire sempre meno i primati italiani e territoriali, permettetemi di rinnovare la mia soddisfazione come amministratore per questo obiettivo affatto scontato. Gli strumenti messi in campo non solo hanno permesso di arricchire la conoscenza di quella fascia di popolazione che sfuggiva a una fotografia sociale- ragazzi non occupati, non impegnati e non in cerca di lavoro- ma saranno di ausilio a chi lavora nel campo dell'occupabilità in tutta Europa. San Giovanni Teatino é, dunque, di fatto, un hub sociale dove sperimentare sistemi e studi sull'occupazione nel tentativo di dare quelle risposte che, sempre più spesso, mancano circa il lavoro.  

Oggi quindi ci apprestiamo ad ascoltare gli interventi nella fase conclusiva del progetto...ma siamo sicuri che il nostro lavoro sia già finito qui? Già dal titolo di questo incontro, direi di no. Ed é per questo che, proprio in apertura dei miei saluti, parlavo di stimolo. É infatti necessario e doveroso continuare su questa strada, a riflettere sul fenomeno dei giovani NEET anche e soprattutto alla luce delle innovazioni sviluppate dal progetto ECMYNN e dell'imminente rilancio della "Youth Garantee Initiative". 

Un giovane che non studia, non lavora e non cerca lavoro é un fallimento della nostra società: vuole dire che non solo non gli stiamo dando degli strumenti di sussistenza adeguati, ma abbiamo spento anche la sua speranza, la voglia di impegnarsi in un progetto che definisca la sua vita, presente e futura. Come genitori, come cittadini e come amministratori questo non lo possiamo permettere e in tal senso abbiamo l'onere e l'onore di continuare a cercare risposte adeguate e a fornire gli strumenti più innovativi possibili, grazie anche a progetti come questo e alla cooperazione, essenziale, che si svilupperà a seguire".

PRIMA SESSIONE

Il progetto si trova nella fase conclusiva: per questo è stato organizzato un Multiplier Event denominato “Once NEET, always NEET? Making sense of NEETs policy and strategy”. L'evento di San Giovanni Teatino, introdotto e moderato da Romano Benini, docente universitario e autore dei programmi di comunicazione televisiva sul lavoro della Rai "Okkupati" e "Il posto giusto". In apertura i saluti del Sindaco Luciano Mairnucci e del Sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli. Presenti il Presidente della IV commissione Regione Abruzzo Luciano Monticelli e l’assessore alla politiche sociali Ezio Chiacchiaretta.
Nella prima sessione il reporting del progetto. Il Comune capofila (San Giovanni Teatino) ha curato la descrizione sintetica di un progetto considerato prioritario nelle politiche europee per il settore giovanile. Di seguito gli interventi di Luigina Ciarrocchi, Iole Marcozzi e Matteo Paradisi per il comune di San Giovanni Teatino, Gennaro Tornincasa di Lynx Territorio Sociale (responsabile di tutti gli output intellettuali) e dei partner: Ignacio Fernandez Lopez (Municipality od San Sadurnino - Spagna), Dimitrios Theodoropoulos (KDVM Atom Patras - Grecia), Aleksandra Drygas (Caritas Archdiocese of Danzica - Polonia) ed Eleonora Dragomir (ASCETIS Assosation - Romania). Le testimonianze di tre giovani NEET italiani coinvolti nel progetto e la proiezione di un video hanno concluso questo primo momento.

 

 

 

SECONDA SESSIONE

La seconda sessione è stata l'occasione per una riflessione sulle nuove politiche, strategie e servizi diretti ai NEET anche in relazione alla seconda fase di Youth Garantie (Garanzia Giovani). Un dialogo sulle prospettive delle politiche e dei servizi diretti ai NEET alla luce delle innovazioni sperimentate dal progetto ECMYNN. Hanno partecipato policy maker, il Direttore Regionale Lavoro-Formazione-Attività Produttive Tommaso Di Rino, Fabrizio Coccetti del Comune di San Giovanni Teatino, Sonia Di Naccio di Confesercenti Abruzzo, Letizia Scastiglia di CNA Chieti, Andrea De Leonibus di Giovanni Industriali di Confindustria Chieti-Pescara, Lucia Todisco della Società Consortile Irene, Stefano Fricano dell'Azienda Speciale CCIAA Chieti ed Elena Tiberio di Abruzzo Sviluppo.

 

Al termine è statp sottoscritto un accordo di cooperazione tra i partners finalizzato a sviluppare idee/progetti futuri.

Read 327 times Last modified on Mercoledì, 31 Maggio 2017 12:01
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.